Miele di rododendro proprietà, benefici e utilizzo

Il miele di rododendro è uno dei 3 mieli italiani ad essere Presidio Slow Food. Un miele raro, gli apicoltori devono fare grandi sforzi per portare i loro alveari sulle vallate alpine più soleggiate.

miele-di-rododendro-proprieta-benefici

Miele di rododendro: come si produce

Un miele di alta quota molto difficile da produrre per via delle condizioni climatiche che a quelle altitudini possono influenzare le fioriture. Sono infatti molte le annate in cui non vi è produzione. Gli alveari vengono portati sui versanti Alpini più esposti al sole, a quote comprese tra i 900 e i 1500 mt ma in alcuni casi le api possono volare sino a oltre 2000 mt per raccogliere il nettare di questo fiore in zone assolutamente incontaminate.
Il miele di rododendro è sicuramente uno dei mieli più rari e pregiati, per questo molto ricercato dai suoi numerosi estimatori.

Annoverato tra i mieli Presidio Slow Food per i Mieli di Alta montagna – che tutelano piccole produzioni di qualità di mieli raccolti oltre i 1200 mt. I mieli classificati Presidio Slow Food sono 3: melata d’abete, millefiori di alta montagna e appunto il miele di rododendro.

Miele di rododendro caratteristiche

Un miele di rododendro deve possedere queste caratteristiche:

  • Consistenza: quando puro cristallizza rapidamente.
  • Colore: da incolore a giallo paglierino nel miele liquido, da bianco a beige cristallizzato.
  • Sapore: dolce, vegetale, delicato. Se le api hanno raccolto anche lampone e melata diventa più fruttato.

Un miele di rododendro in purezza è piuttosto raro e solitamente i mieli definiti abitualmente di rododendro presentano un aroma più intenso rispetto a quello descritto, dovuto alla presenza di pollini di altre fioriture.

Sono comuni mieli di rododendro con un aroma floreale/fruttato dovuto al lampone o con odore pungente dovuto al timo. In Valle d’Aosta invece è piuttosto comune trovare un miele di rododendro con note di melata d’abete.

Miele di rododendro proprietà e benefici

Scegliere un miele di rododendro di Alta Montagna significa avere la certezza di un prodotto raccolto in zone incontaminate, dove non sono presenti aree industriali e insediamenti urbani. L’aria è pura, l’acqua limpida, non ci sono nelle vicinanze coltivazioni intensive e le api possono operare indisturbate, senza fonti di stress.

In questo miele non si trovano residui di metalli pesanti, nè tracce di erbicidi come il pericoloso glifosato. E questo con notevoli benefici per la nostra salute.

Nella tradizione popolare al miele di rododendro vengono attribuite proprietà depurative, ricostituenti, di calmante dei centri nervosi e utile contro l’artrite.

Un aspetto molto importante è che le proprietà del miele di rododendro sono presenti in quelli artigianali da apicoltura biologica. Se vuoi scoprire perchè il miele biologico artigianale è da preferire a quello convenzionale allora Leggi qui.

Il miele di rododendro può essere tossico?

Sono più di 700 le specie botaniche di rododendro presenti sul pianeta e solo 5 di esse sono risultate essere produttrici di nettare tossico. Sono specie endemiche presenti in Turchia, in particolare R. ponticum e R. flavum, ed è in queste regioni che in passato furono segnalati alcuni casi di intossicazione dopo che alcune persone avevano ingerito miele di rododendro contaminato.
Sulle nostre montagne la varietà presente è il rododendro delle Alpi, R. ferrugineum, che non produce nettare tossico. Quindi quando acquistate il miele di rododendro verificate sempre la provenienza.

Come scegliere il Miele di rododendro di qualità

Se volete avere la sicurezza di un miele di rododendro di qualità allora meglio preferirlo certificato biologico.

Su the Honeyland.com abbiamo selezionato un miele di rododendro della Valle d’Aosta, raccolto in Val di Gressoney tra i 1500 e 2300 mt. Un miele di produzione limitata:

 

 

 


Quanto ti è stato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (25 voti, media: 4,76 su 5)
Loading...

COMMENTS