Miele di girasole: proprietà, benefici ed utilizzo

Per la sua dolcezza, dovuta all’alta concentrazione di glucosio, e al suo sapore leggero e delicato, il miele di girasole è particolarmente indicato per preparare dolci e biscotti, o come dolcificante in tè e tisane. Le pasticceria artigianali di qualità utilizzano molto questo miele al posto del comune zucchero per ottenere dolci più buoni, sani e genuini.

La produzione del miele di girasole non è molto abbondante e si concentra prevalentemente nell’Italia centrale, soprattutto Toscana, Lazio, Marche. Nella zona della Maremma Toscana, in provincia di Grosseto, si ottiene un ottimo miele di girasole biologico.

Miele di girasole proprietà e benefici

Tra le proprietà del miele di girasole, la medicina popolare lo ricorda come antinevralgico e febbrifugo. Ricco di polline può essere utilizzato come ricostituente naturale. Gli vengono inoltre attribuite proprietà in grado di abbassare il livello di colesterolo e come ricalcificante delle ossa.

Miele di girasole – utilizzi in cucina

Abbinamento miele di  girasole con formaggi: taleggio, asiago stagionato, pecorino fresco.

Come riconoscere un buon miele di girasole

Consistenza: cristallizzazione variabile ma sempre rapida.
Colore: giallo vivo.
Sapore: Leggermente erbaceo, con una sensazione ‘rinfrescante’, simile allo zucchero fondente, e nei mieli a cristallizzazione più fine, fruttato, di albicocche mature, con retrogusto di anice stellato.

Miele di girasole cristallizzato o liquido? Il miele di girasole in purezza deve essere cristallizzato, se liquido significa che è stato sottoposto a processi termici o di pastorizzazione che ne hanno eliminato le proprietà naturali.
 
Se poi desiderate un miele di girasole di qualità allora meglio acquistarlo certificato biologico.
Su TheHoneyLand.com puoi trovare una selezione di miele di girasole certificato biologico, raccolto dai migliori apicoltori italiani:

 

 

COMMENTS