Come aumentare le difese immunitarie: 3 migliori adattogeni naturali

Molti si chiedono come aumentare le difese immunitarie quando c’è una malattia in corso, magari facilmente recidiva. Un forte ed attivo sistema immunitario coinvolge milioni di cellule… e servono tempo e costanza per costruirlo, non bastano 3 mesi. Se usati costantemente, i rimedi naturali adattogeni possono rafforzare le tue difese in modo assolutamente naturale.

Come aumentare le difese immunitarie - rimedi naturali

Il nostro sistema immunitario è spesso indebolito da molte cose, tra cui:

  • un’alimentazione sbagliata,
  • uno stile di vita poco equilibrato,
  • un ambiente molto inquinato,
  • può essere influenzato anche da un’eredità genetica.

Davanti a tutti questi fattori, molti si chiedono: esiste qualcosa per risolvere il problema, possibilmente più in fretta possibile?

E’ importante ricordare che esistono rimedi naturali che possono avere un’azione di stimolo sul nostro organismo, ma SOLO le buone abitudini aiutano a mantenere i risultati nel tempo.

1. Come aumentare le difese immunitarie dell’intestino

A fronte di una crescita delle intolleranze alimentari e del fenomeno della celiachia, ultimamente gli scienziati parlano dell’immunità intestinale come di un fattore che sembra avere una grande influenza su quella generale [1].

Quindi la prima difesa immunitaria del nostro corpo è rappresentata dall’intestino il cui buon funzionamento dipende dalla sua flora batterica.

Le sostanze chimiche, gli antibiotici ma anche i pesticidi sono probabilmente le più importanti cause per le difese immunitarie basse, perchè vanno a diminuire proprio la flora positiva presente nell’intestino.

Invece tra quelli “naturali”, la causa principale sono gli zuccheri che ci accompagnano ad ogni momento della giornata: presenti nelle marmellate, merendine e dolci da forno.

2. Miele grezzo per rafforzare le difese immunitarie

Centinaia di studi negli ultimi 20 anni parlano di carboidrati raffinati che hanno effetti devastanti sulla salute e sull’immunità intestinale. Si tratta non solo dello zucchero bianco, ma di tutti gli zuccheri raffinati nascosti tra i dolcificanti naturali e le farine raffinate.

Purtroppo l’alimentazione moderna è vittima del cibo industriale e “preconfezionato” che ha aumentato in modo artificiale le quantità di zuccheri in questi prodotti. Perché è accaduto questo? Semplicemente le statistiche indicano che quelli più dolci “si vendono di più“.

Per aumentare le difese immunitarie puoi iniziare a sostituire (dove possibile) i carboidrati raffinati con il miele grezzo prodotto da “api felici”.

Alcuni mieli hanno importanti proprietà prebiotiche che sostengono la flora intestinale, sono ricchi di enzimi e altri fattori nutraceutici utili. Una colazione senza dolci raffinati è il primo passo per rafforzare le difese immunitare.

3. Alimenti probiotici per aumentare le difese immunitarie

Ultimamente si parla tanto di probiotici come “integratori” prodotti artificialmente in laboratorio, ma pochi conoscono che alcuni alimenti ne possiedono naturalmente in abbondanza.

Ricco di fermenti vivi Acetobacter, l’aceto di miele non pastorizzato è uno dei migliori probiotici naturali con grandi proprietà benefiche per l’intestino.

Uno dei migliori amici dell’intestino e delle nostre difese immunitarie è una salutare bevanda naturale con aceto di miele crudo biologico e un buon miele grezzo artigianale.

Come aumentare le difese immunitarie: aceto miele e miele grezzo bio

4. Integratori per sistema immunitario adattogeni

Al contrario dei vaccini, le sostanze immunostimolanti naturali non hanno nessuna relazione antigenica specifica, ma potenziano l’azione specifica del sistema immunitario al contatto con agenti patogeni, aumentando nel sangue alcuni valori come:

  • linfociti – responsabili di liberare l’organismo da aggressioni e sostanze dannose, incluso cellule malate, mutanti e cellule cancerogene
  • gamma globuline – una proteina creata nel sangue che dona la capacità di resistere alle infezioni

Ecco i rimedi naturali adattogeni che hanno mostrato un azione immunostimolante sull’organismo in vari studi clinici: propoli grezza, polline d’api, aloe vera fresca.

5. Come aumentare le difese immunitarie: Propoli grezza

Oltre ad essere una valida alternativa agli antibiotici, grazie alla sua capacità di inibire lo sviluppo di vari ceppi batterici come l’Escherichia Coli e numerose salmonelle, la propoli grezza ha mostrato proprietà antivirali e immunostimolanti. 

L’assunzione della propoli fresca contribuisce ad innalzare le difese del sistema immunitario grazie ad una complessa combinazione di sostanze tra cui flavonoidi che sono contenuti in grande quantità nella propoli (fino al 20% del peso): acacetina, crisina, pectolinarigenina, tettocrisina betuletolo, ermanina, galangina, isalpinina, isoramnetina, quercetina, ramnazina, ramnetina, ramnocitrina, pinocembrina, pinostrobina.

Svolgono un’azione immunostimolante che consiste in un aumento della produzione di leucociti polinuceati, gamma globuline, attività timica in generale, in un potenziamento dell’attività mesenchimale e in un’attivazione della fagocitosi dei macrofagi.

L’efficienza della propoli è massima in quella grezza da produzioni artigianali. Nella lavorazione industriale della propoli i trattamenti termici diminuiscono drasticamente il contenuto di flavonoidi e sostanze volatili. Per avere una propoli priva di sostanze inquinanti (pesticidi, antibiotici, metalli pesanti) preferire la propoli biologica grezza da apicoltori italiani, una delle migliori al mondo.

6. Come aumentare le difese immunitarie con Aloe Vera

Nella spremuta fresca di Aloe vera i ricercatori hanno evidenziato un “mucopolisaccaride” che insieme alle altre sostenze presenti nel gel (che si trova all’inteno della foglia) hanno una potente azione immunostimolante.

L’Acemannano interagisce con il sistema immunitario stimolando i macrofagi – globuli bianchi che distruggono i batteri e le cellule tumorali – per produrre agenti immunitari, quali l’interferone e l’interleuchina.

Presente in natura solo nell’Aloe Vera, l’Acemmannano è una sostanza prodotta dal nostro stesso organismo fino alla pubertà. E’ responsabile della generalmente rapida ed ottima cicatrizzazione di ferite nei bambini, nonchè del rapido decorso delle malattie infantili. Con la pubertà l’organismo non produce più questa sostanza, quindi l’unico modo è di integrarlo con l’alimentazione.

Purtroppo la lavorazione industriale (chimica e termica) può deteriorare il contenuto di Acemannano nella maggior parte dei prodotti di aloe vera. Ideale sarebbe consumare la spremuta fresca e artigianale di filiera corta.

7. Polline d’api per aumentare le difese immunitarie

Come aumentare le difese immunitarie con polline d'apiUn interessante report presentato al congresso Apimondia in Francia, ha mostrato gli effetti benefici del polline nel rafforzare il sistema immunitario.

Dalla ricerca viene indicato che “Si è notato un aumento del livello di linfociti nel sangue, gamma globuline e proteine nei soggetti a cui è stato somministrato polline.” La differenza più significativa si è notata in linfociti. Questi risultati significano quindi che il polline è stato utile per aumentare le difese immunitarie.  [2]

Studi di laboratorio hanno dimostrato che il consumo di polline d’api ha un effetto positivo nei pazienti anemici. I loro livelli di emoglobina (cellule rosse che trasportano l’ossigeno) è migliorato visibilmente. E’ stata osservata una considerabile crescita sia nel numero di cellule bianche che rosse.

Ricerche in vitro hanno dimostrato che le sostanze contenute nel polline d’api sono efficaci nel combattere alcune infezioni batteriche e virali, come salmonella e alcuni ceppi di virus.

A livello clinico studi hanno mostrato che la sua sua azione contro i batteri intestinali patogeni è potenziata grazie ad alcuni glucidi e fibre alimentari che il polline contiene in quantità considerevoli.

7. Come aumentare le difese immunitarie nei bambini

Molti genitori si chiedono come aumentare le difese immunitarie nei loro figli che si confrontano spesso con raffredori e assumono molti antibiotici; a lungo termine sono proprio questi a provocare un calo delle difese dell’organismo.

Il polline d’api è un alimento completo. Contiene più di 96 nutrienti vitali superando in modo netto il germe di grano e il lievito di birra. Analisi di laboratorio indicano che un solo granulo di polline raccolto dalle api è ricco di proteine, aminoacidi liberi, vitamine, incluso il gruppo B e l’acido folico, grassi, carboidrati, enzimi e sali minerali, presenti in proporzioni diverse in base all’origine botanica del fiore.

Per i bambini l’assunzione del polline crudo è più facile insieme con miele che deve essere grezzo e di qualità.

Miele con polline crudo, propoli biologico

Miele con polline crudo e propoli – 100% italiano e biologico

8. Come aumentare le difese immunitarie per adulti – longevità

Il polline possiede inoltre un alto contenuto di acidi nucleici RNA (acido ribonucleico) e DNA (acido desossiribonucleico). Di grande importanza biologica per tutti gli organismi viventi, RNA e DNA sono fattori fondamentali per la buona salute e lo stato di longevità. Sono inoltre responsabili nel coordinare la crescita, il rinnovo e la riparazione cellulare – il danneggiamento di questi acidi causa invecchiamento prematuro e l’abbassamento delle difese immunitarie.

RNA-DNA sono consumati dall’organismo attraverso l’esercizio fisico e nei periodi di stress. Anche l’inquinamento e una dieta povera riducono la presenza di RNA-DNA. Rifornire l’organismo di RNA-DNA è un fattore importantissimo per mantenerci in salute.

Se vuoi avere tutti i benefici del polline d’api meglio scegliere un polline artigianale biologico.

 

 

 


Quanto ti è stato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (33 voti, media: 4,39 su 5)
Loading...

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0